SALOTTO QULTURE, la rassegna letteraria della Capitale

Salotto Qulture è la rassegna letteraria che Qulture Edizioni organizza al Ducati Caffé di Roma (via delle Botteghe Oscure, 35), durante il corso di tutto l’anno.

Nel cuore della Capitale, ogni settimana, scrittori, editori, giornalisti e appassionati si incontrano per un aperitivo letterario, durante il quale si presentano nuovi libri, si parla di letteratura e arte, si scambiano opinioni sulle nuove tendenze artistiche e sullo stato della cultura.

 

Calendario

 GENNAIO

 Venerdì 20 gennaio, ore 19.00

ANNA MARIA BALZANO, IL VIAGGIO DI EMILIA

Romanzo

 

FEBBRAIO

Venerdì 3 febbraio, ore 19.00

GIACOMO PAGONE, RACCONTI DI NOTTE

Raccolta di racconti

Venerdì 10 febbraio, ore 19.00

ELISA CARRAFIELLO, FIATO DELL’ESSENZA

Raccolta di Poesia

Venerdì 17 febbraio, ore 18.30

La rassegna si sposta a Sanremo, nell’ambito di Casa Sanremo Writers

Mario Luzzato Fegiz in “Ti presento Mogol”, dialogo con Giulio e Alfredo Rapetti su scrittura, canzoni e ricordi.

 

Venerdì 24 febbraio, ore 19.00

ALESSANDRA CARNEVALI, COME SE FOSSI A CASA TUA

Romanzo

7 risposte a SALOTTO QULTURE, la rassegna letteraria della Capitale

  1. Dina Ramicone ha detto:

    My congratulation to the prolific and incredible writer. If possible, i’d like to come on Friday 20 th. Best wishes to the editor as well as to Anna Maria……………….Dina Bochicchio Ramicone Angelone

    • officinequlture ha detto:

      Dear Dina,
      thank yo very much for you post. We are very happy to meet you next week during book presentation.

      Regards

      Qulture

      • Dina Ramicone ha detto:

        LA LETTURA DEL ROMANZO “IL VIAGGIO DI EMILIA” DI ANNA MARIA BALZANO, CHE HO APPENA TERMINATO, MERITA NECESSARIAMENTE UN COMMENTO CHE NON ESITO A DEFINIRE ENTUSIASTICO. LO STILE SEMPLICE, QUASI GIORNALISTICO, PRIVO DI ORPELLI E DELIZIOSAMENTE MODERNO, NASCONDE UNA TRAMA RICCA DI INATTESI COLPI DI SCENA E DI UN’ACUTA INTROSPEZIONE PSICOLOGICA DEI NUMEROSI PERSONAGGI.
        LE DIVERSE EPOCHE, ATTRAVERSATE DALLE PUR DIVERSE FIGURE, SI STAGLIANO COME PLASTICHE CONCREZIONI, CHE NASCONO DALLO SCALPELLO DELLA SCULTRICE- SCRITTRICE.
        SI PROFILANO COSì EMOZIONI, RICORDI,ODI, AMORI FILIALI E FORME D’AMICIZIA PURA, CHE LA PENNA DESCRIVE CON SOTTILE MAESTRIA, LONTANO DA OGNI DETERIORE INTELLETTUALISMO O DA STUCCHEVOLI FORMALISMI LETTERARI. BUONA LETTURA A TUTTI!
        DINA RAMICONE ANGELONE
        PEN-NAME:
        DINA BOCHICCHIO

  2. Anna Maria Balzano ha detto:

    Grazie per gli auguri, Dina e a presto. Anna Maria

  3. Maria Teresa Saso ha detto:

    Questo romanzo è pervaso dalla poesia delle memorie che rivivono nitide attraverso il tessuto
    narrativo semplice, ma ricco emotivamente. Emilia è un personaggio tormentato, apparentemente fragile, che sa però trovare in sè la forza per affrontare la vita con tutti i suoi complessi e misteriosi intrecci.
    E la sua grandezza è proprio in questo essere semplice ed umana, tanto da uscire dal ruolo di protagonista di un romanzo per entrare nella nostra vita di tutti i giorni ed essere una di noi.
    Il merito dell’autrice consiste soprattutto nell’attenta e delicata analisi psicologica di questa figura femminile delineata con sapiente garbo e profonda consapevolezza.

  4. Paola Francesca Rossi ha detto:

    Emilia ci accompagna in un percorso breve ma intenso, ci prende per mano e ci conduce in una corsa che lascia senza fiato ma con un senso di profonda soddisfazione.
    Qualunque lettore, di fronte alla vicenda narrata in questo romanzo breve, è sicuramente confortato dalla nuova prospettiva che si intravede nelle battute finali, la chiave di volta del racconto, rese possibili solo dalla positività della sua protagonista. Emilia infatti, guarda la sua vita scorrere attraverso un susseguirsi di tragedie non con la passività di una spettatrice, ma con il coinvolgimento di chi ne è parte integrante. Eppure nonostante tutto, l’essenza del suo carattere curioso e aperto alle novità e alle sorprese del futuro rimane intatto.

    Autobiografico o no? Come in ogni romanzo che si rispetti, l’autrice fonde elementi di fantasia e particolari di vita vissuta e se la vicenda nel suo complesso sicuramente non si basa su dati reali, alcune descrizioni molto puntuali e precise (il palazzo dei nonni, il cagnolino, l’abitino e la pettinatura di Emilia bambina) non possono non trarre spunto da situazioni di vita vissuta. E ci piace pensare che anche qualcosa di Emilia – magari proprio l’atteggiamento positivo che la apre al futuro nonostante i lutti e il susseguirsi dei problemi – sia tratto da qualcosa di noto.
    Lo stile della narrazione è pulito, e pur senza tralasciare i particolari più minuti, la scrittrice non indugia in descrizioni barocche. Come già si poteva notare in Agostino, racconto di esordio, anche i momenti più drammatici sono affrontati con sobria intensità, e il pathos non sfocia mai in un lamento sterile e melodrammatico.

  5. A. L. Forino ha detto:

    Il “viaggio di Emilia” è un libro estremamente coinvolgente ed avvincente. L’autrice ha la non comune e innata capacità di prendere per mano il lettore sin dalle prime pagine e condurlo, senza che egli se ne renda neanche conto, ad esplorare tutti i meandri narrativi con viva curiosità ed interesse.
    I personaggi descritti sono così ben delineati da dare al lettore l’impressione di conoscerli nella vita reale; i legami affettivi delineati appaiono così autentici e viscerali da riuscire a stagliarsi nella loro grandezza al di sopra di ogni prova e avversità.
    Questo libro, nonostante le innumerevoli circostanze spiacevoli e dolorose che la protagonista si trova a sperimentare direttamente o indirettamente, si chiude all’insegna della positività, lasciando intravedere un futuro più sereno per Emilia.
    I libri della Balzano si leggono tutti d’un fiato, facendo sì che il lettore dimentichi ogni altra preoccupazione esterna. Gli intrecci dei suoi scritti non sono mai scontati e prevedibili, ma al contrario catturano l’attenzione, suscitano sorpresa e penetrano in profondità la sfera emotiva del lettore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...